Con Todi Festival alla scoperta dei Giardini Segreti della città

A caccia di palcoscenici casalinghi per la rassegna di musica indipendente prevista dall’1 al 3 settembre: come candidarsi per ospitare l’evento

Un concerto dove non te lo aspetti, un evento in un luogo che solo pochi hanno la fortuna di conoscere. Terrazzi privati, palcoscenici insoliti e inediti. O più semplicemente Giardini Segreti. 

Giardini Segreti è una rassegna di musica indipendente che trova spazio nel cartellone della trentunesima edizione di Todi Festival, in programma dal 26 agosto al 3 settembre

Ideata da un gruppo di giovani tuderti con la collaborazione dei folignati di Formato Ridotto Live, la rassegna si terrà dall’1 al 3 settembre.

 L’evento punta a valorizzare l’ascolto e la scoperta e trova spontaneamente casa a Todi rispettando la vocazione della città come teatro culturale e d’ispirazione.

Giardini Segreti guarda alla valorizzazione del quartiere Valle Bassa, palcoscenico naturale di eccezionale bellezza che si affaccia sul tramonto offrendo giardini, terrazze e un serbatoio di empatia civica e forze positive. (altro…)

“Festivals in Umbria” 20 Giugno ore 11.30 – MAXXI Roma

Todi Festival tra i grandi eventi culturali presentati a Roma dalla Regione Umbria (altro…)

Todi OFF, a lezione di linguaggi contemporanei

Il progetto prevede quattro masterclass per il perfezionamento degli artisti

Grande protagonista della trentunesima edizione di Todi Festival è Todi OFF, una riflessione sul teatro contemporaneo immaginata per creare un effervescente cortocircuito fra il tradizionale pubblico del Todi Festival e le singolari proposte di nuovo teatro italiano; ma non solo. Todi OFF è anche un momento di formazione sui nuovi linguaggi artistici con l’obiettivo di fare di Todi un luogo di accoglienza e incontro per attori, osservatori, critici, spettatori e curiosi invogliati a scoprire nuove proposte della contemporaneità.

Il progetto Todi OFF, a cura di Teatro di Sacco, diretto da Roberto Biselli, in collaborazione con Stefania Minciullo, con il supporto organizzativo di Biancamaria Cola, si rivolge tanto al pubblico, quanto agli “addetti ai lavori”. Un vero e proprio spin off di Todi Festival con una rassegna di sette spettacoli selezionati da cinque critici che saranno presenti a Todi per approfondimenti e confronti con il pubblico, e con momenti puramente di formazione rivolta agli artisti.

Ad attori e danzatori sono dedicate le quattro masterclass con altrettanti maestri di teatro e danza: Elena Bucci, Roberto Latini, Michele Sinisi e Giovanna Velardi.

Le quattro masterclass, che si svolgeranno durante il Festival, sono aperte a tutti in modo da contribuire a una possibile formazione continua in Italia per chi voglia trovare occasioni di confronto e verifica del proprio operare artistico.

Questi i quattro percorsi di studio proposti: (altro…)

Presentato il cartellone della
trentunesima edizione di Todi Festival

Tutti gli appuntamenti dell’attesa kermesse, a Todi dal 26 Agosto al 3 Settembre 2017

Si inaugura con l’atteso debutto di Grisélidis e si chiude sulle note di Roberto Vecchioni


Presentato il cartellone della trentunesima attesa edizione di Todi Festival, kermesse di teatro, musica, arti visive e letteratura, ideata e fondata nel 1987 da Silvano Spada e affermatasi nel tempo come uno dei più importanti appuntamenti culturali della Regione Umbria e tra i più apprezzati del panorama nazionale.

Innovazione, contaminazione, formazione: Todi Festival 2017 è pronto a iniziare. Confermata la Direzione Artistica di Eugenio Guarducci e l’organizzazione a cura dell’Agenzia Sedicieventi, dopo la sfida vinta per l’edizione del trentennale celebrata lo scorso anno, la manifestazione si svolgerà a Todi dal 26 agosto al 3 settembre.

L’edizione 2017 del Festival è stata presentata mercoledì 7 giugno al Salone d’Onore di Palazzo Donini.

“Fatto trenta, facciamo trentuno” ha esordito il Direttore Artistico Eugenio Guarducci. “Non posso che ringraziare coloro i quali hanno creduto di nuovo in noi per il proseguo di questa avventura ovvero Comune di Todi e Regione Umbria. Con grande convinzione ci siamo messi al lavoro, questa volta con più tempo a disposizione, per mettere a punto una proposta artistica e culturale che punta a offrire qualità e innovazione, consolidando, allo stesso tempo, il rapporto con la città di Todi. Questo è un lavoro che parte da lontano, da chi mi ha preceduto e che voglio ringraziare: Silvano Spada”.

“Si prosegue con convinzione lungo la strada iniziata lo scorso anno – ha commentato l’assessore alla Cultura del Comune di Todi, Andrea Caprini – La direzione artistica di Eugenio Guarducci e il lavoro svolto da tutto lo staff ha risposto in pieno alle esigenze del Comune, dal punto di vista artistico, ma anche di recupero e valorizzazione del territorio. Abbiamo scommesso, cinque anni fa, sul rilancio del Festival, realtà di cui Todi non può fare a meno”.

“I presupposti per un’edizione di successo ci sono tutti” ha sottolineato la presidente della Regione, Catiuscia Marini, a cui sono state affidate le conclusioni della conferenza stampa di presentazione. “L’offerta artistica è di grande qualità e mi piace sottolineare la volontà del direttore artistico di coinvolgere le realtà umbre, di dare spazio a chi rappresenta, con dignità, un importante pezzo di cultura della nostra regione, e allo stesso tempo, di aprire al pubblico luoghi della città insoliti, anche intimi. Un’occasione importante per far conoscere Todi in maniera completa”.  

Ad accompagnare la promozione e lo svolgimento del Festival, l’evocativa immagine di Marco Tirelli e Robin Heidi Kennedy, autori del manifesto ufficiale. Prosegue così la tradizione di affidare a celebri artisti contemporanei l’immagine dell’evento. L’idea centrale del manifesto, come spiegano i due autori, è la concezione del Festival come luogo per eccellenza della rappresentazione teatrale e della rivelazione notturna. Nell’oscurità della notte una luce svela l’incontro tra un astro notturno e una maschera teatrale, simboli della loro idea di festival e ispirazione per la realizzazione di quest’opera, in cui una sfera di Tirelli e un volto della Kennedy, fondendosi, danno vita ad un’immagine unica in cui confluiscono entrambe le loro visioni.

In omaggio ai due artisti, il Comune di Todi sta programmando le rispettive personali che verranno allestite presso le sale dei Palazzi Comunali. 

Scopri tutti gli appuntamenti di Todi Festival 2017 !

(altro…)